• 10Jul

    L’album che simboleggia in maniera definitiva l’ascesa del ‘grunge’ degli anni ’90 è sicuramente Nevermind dei Nirvana, che rappresenta l’apice della popolarità della band.
    In particolare il singolo ‘Smells like teen spirit‘ è un perfetto esempio di quel suono sporco al punto giusto, potente ed energetico che troverà una infinità di imitazioni negli anni successivi.
    La batteria di Dave Grohl recita un ruolo fondamentale nella costruzione di questo suono, ed abbiamo notizie abbastanza precise, riportate dal produttore Andy Wallace su alcuni dettagli importanti di quelle sessioni.
    Innanzitutto le registrazioni si svolsero nella grande sala ripresa dello studio Sound City, un ambiente particolarmente vivo e riverberante. Il modello di batteria era una Tama Grandstar degli anni ’80, che a detto di tutti i presenti suonava ‘enorme’.
    I microfoni utilizzati furono abbastanza ordinari, con un un AKG D12 sulla cassa, uno Shure SM57 sul rullante, AKG 414 come panoramici ed un Neumann 87 come microfono di ambiente.
    Per registrare la cassa fu utilizzata una tecnica particolare, fu aggiunta una seconda grancassa per formare una sorta di ‘tunnel’, che ha l’effetto di ingrossare le frequenze più basse. Alla fine di questo tunnel fu posto un microfono Neumann FET 47.