• 26Nov

    La storia di Brian Eno si interseca con la storia della musica Rock degli ultimi 35 anni, a partire dal suo debutto come musicista nei Roxy Music fino alla recente attività di produttore discografico, con perle come Viva La Vida dei Coldplay o le collaborazioni con David Byrne.
    Ci sentiamo di dire che l’impronta comune che ha saputo dare ovunque nei suoi lavori è una grande eleganza e raffinatezza, semplice e mai banale, ma che si può anche leggere in profondità e può dare luogo a complesse interpretazioni.
    La critica musicale ama Brian Eno, perchè egli rappresenta quella parte genuinamente artistica dell’industria musicale che rifugge le mode ed i clichès, che non propone sempre la stessa minestra riscaldata e che ama sperimentare e trovare nuove vie.
    Fin dagli esordi con i Roxy Music, ma soprattutto dopo avere abbandonato la band, Brian Eno ha cominciato a costruire un suono nuovo, che è diventato poi il suo marchio di fabbrica, assieme ad una formula di produzione che risulta ancora estremamente attuale, e che resiste a qualsiasi attacco del tempo.
    Ci vorrebbe un intero libro solo per descrivere le sue collaborazioni degli anni ’70 con John Cale e Robert Fripp, oltre che quella storica con David Bowie che è sfociata nella celeberrima ‘trilogia di Berlino’, ossia gli album Low, Heroes e Lodger.
    Eno ha poi saputo passare attraverso gli anni ’80 con risultati non inferiori ai precedenti, imprimendo svolte impensate a gruppi come gli U2 (si pensi a The Joshua Tree ma soprattutto ad Achtung Baby e Zooropa), i Devo (Devo’s Q: Are We Not Men? A: We Are Devo.) ed i Talking Heads (Remain in Light).
    Fino ai giorni d’oggi, se avete ascoltato una qualsiasi canzone di Viva La Vida dei Coldplay o di Safe Trip Home di Dido… sappiate che state ascoltando il lavoro di Brian Eno.
    Tutto questo fa di lui il Produttore, con la ‘P’ maiuscola, ricercato perchè sempre in grado di svelare agli artisti segreti su di loro che essi stessi non conoscevano, capace di guidarli verso l’ispirazione e la qualità.. ma anche verso le classifiche!