• 23Apr

    Fin dalla sua prima apparizione sul mercato nel 1967 il Neumann U87 ha riscosso un consenso enorme tra gli addetti ai lavori del mondo dell’audio professionale, e la sua diffusione si è fatta sempre più grande fino a farlo diventare la prima scelta di molti fonici e produttori per tutta una serie di applicazioni.
    Esistono tre versioni leggermente diverse di questo modello, la più vecchia costruita dal 1967 al 1986 denominata ‘i’ (U87 i), seguita dalla versione ‘A’ (U87 A) prodotta dal 1986 fino a tempi recenti, ed infine la versione ‘Ai’ (U87 Ai) che è quella che viene prodotta attualmente. Le differenze tra le tre versioni non riguardano la capsula del microfono, quindi esse non hanno un suono diverso, ma sono differenze nella parte elettronica che permettono una maggiore tolleranza ad alte pressioni sonore.
    Spesso si trovano nel mercato dell’usato vecchie versioni a prezzi favorevoli, il consiglio è sempre quello di provare ed ispezionare a fondo ciò che stiamo per comprare, perchè basta veramente poco a danneggiarne componenti fondamentali per il corretto funzionamento.
    Il Neumann U87 presenta 3 possibili patterns di registrazione, a cardioide, omnidirezionale e a figura 8, assieme ad un filtro passa-alto e ad un selettore che diminuisce di -10db la sensitività del microfono.
    Il filtro passa-alto torna molto utile per ridurre l’effetto prossimità che spesso si riscontra quando si registra la fonte del suono da molto vicino, mentre il -10db aiuta a meglio tollerare pressioni sonore particolarmente alte, impedendone la distorsione.

    L’U87 registra una ricchezza di dettagli del suono impossibile da ottenere con prodotti di fascia inferiore e le sue caratteristiche ne rendono la risposta in frequenza quasi piatta, con bassi superbamente definiti ed alti mai troppo aggressivi o ‘acidi’, caratteristiche quest’ultima di molti microfoni a condensatore di basso prezzo.
    E’ virtualmente possibile registrare qualsiasi strumento o voce ed ottenere ottimi risultati tranne forse per le applicazioni dove condizioni estreme sono richieste, per esempio sconsigliamo di inserirlo dentro alla grancassa di una batteria, o ad un paio di centimetri da un rullante o appiccicato al cono di una cassa Marshall a pieno volume.
    Voci maschili, voci femminili, chitarre acustiche, chitarre elettriche, pianoforti, batterie, fiati, violini.. questi e molti altri i suoni in cui eccelle e spesso sbaraglia la concorrenza, specialmente quando c’è bisogno di attenzione al dettaglio e chiarezza. Insomma quando uno strumento deve stare in primo piano nel missaggio la scelta è spesso quella dell’U87, viceversa se un suono non deve attirare troppo l’attenzione o non ha particolare bisogno di chiarezza e dettagli allora è meglio scegliere una alternativa diversa.