• 25Mar

    I microfoni possono essere classificati in base al tipo di pattern di ripresa che li caratterizzano, che possono anche essere multipli per uno stesso microfono, gestibili tramite appositi interruttori.
    Il pattern di ripresa indica la direzionalità, cioè la sensibilità al suono proveniente da direzioni diverse rispetto al suo asse centrale.
    Tradotto in soldoni, i patterns non sono altro che mappature del lato o dei lati più sensibili, dove il suono viene recepito in maniera maggiore.
    Conoscerli è fondamentale ai fini del posizionamento e della resa sonora, quindi vale la pena di studiare bene le varie possibilità offerte.

    pattern-omnidirezionale

    pattern-omnidirezionale

    Il pattern OMNIDIREZIONALE, chiamato anche non-direzionale, in teoria ha la forma di una sfera perfetta e registra i suoni a 360 gradi, da tutte le direzioni possibili.
    Questa impostazione è ideale per registrare i suoni il più naturalmente possibile, senza colorazioni e con attenzione particolare all’ambiente, senza essere focalizzati solamente sulla loro fonte.

    pattern-cardioide

    pattern-cardioide

    pattern-supercardioide

    pattern-supercardioide

    pattern-ipercardioide

    pattern-ipercardioide

    .

    Come è facilmente intuibile dal suo nome il pattern UNIDIREZIONALE invece è sensibile al suono prevalentemente da una unica direzione, ed è quindi molto più focalizzato rispetto all’ OMNIDIREZIONALE. Il più diffuso pattern UNIDIREZIONALE è quello a CARDIOIDE, così chiamato perche la sua forma ricorda quella di un cuore rovesciato: esso registra prevalentemente il suono proveniente da davanti alla capsula. Due sotto-categorie del pattern a CARDIOIDE sono il SUPERCARDIOIDE (che prende anche una minima parte del segnale da dietro la capsula) e l’IPERCARDIOIDE (che prende una consistente parte del segnale da dietro la capsula).

    .
    pattern-bidirezionale

    pattern-bidirezionale

    .

    Un altro pattern utilissimo è il BIDIREZIONALE, chiamato anche FIGURA 8, che registra i due lati in egual modo, respingendo il suono proveniente da davanti e da dietro.
    Gran parte dei microfoni a nastro presentano questa caratteristica, utilissima nel caso si registrino molti strumenti assieme ed i musicisti siano posizionati l’uno vicino all’altro.

    pattern-a-shotgun

    pattern-a-shotgun

    .

    Esiste infine un tipo di direzionalità, molto diffusa nelle riprese audio del cinema, che si chiama SHOTGUN che permette una spiccatissima ‘messa a fuoco’, che rigetta il suono dai lati e limita in maniera drastica il campo di ripresa sonora.